Via Vincenzo Monti 79, Milano – Piazza Libertà 21, Appiano Gentile (CO)
I TRATTAMENTI DI FDA

Ecocolordoppler

Che cos’è l’ecocolordoppler?

L’ ecocolordoppler è un metodo non invasivo che permette di analizzare il flusso ematico nei principali vasi sanguigni ed rilevare tempestivamente eventuali ostruzioni. L’ecocolordoppler fornisce immagini a colori (rosso e blu) dei flussi venosi e arteriosi evidenziando anche le più piccole lesioni delle pareti dei vasi consentendo di valutarne con precisione l’entità.

A cosa serve l’ecocolordoppler?

L’ecocolordoppler può essere molto utile per studiare e monitorare le principali patologie vascolari (stenosi arteriose e venose, aneurismi, trombosi e insufficienze venose) oppure per individuare lesioni aterosclerotiche, le placche che ostruiscono il flusso sanguigno e possono provocare trombi venosi.
L’esame serve a rivelare eventuali aneurismi o stenosi e occlusioni ai grossi vasi sanguigni addominali, patologie che spesso si sviluppano senza fornire particolari sintomi.

 

ANEURISMA DELL’AORTA ADDOMINALE (AAA)

L’aorta è un grosso vaso dalle pareti robuste ed elastiche, che porta il sangue dal cuore al resto del corpo. Nelle persone di età superiore ai 55 anni, la parete può indebolirsi, producendo una dilatazione, cui si da’ il nome di aneurisma.

Il rischio maggiore dell’aneurisma è dato dal pericolo di una rottura improvvisa alla quale segue un massiccio sanguinamento interno, spesso letale.

L’aneurisma dell’aorta addominale tipicamente non da’ sintomi, ecco perché raramente un portatore di questa malattia si accorge di averlo.

Diagnosi: Per diagnosticare un aneurisma aortico basta eseguire un EcoColorDoppler. Questo esame dura pochi minuti, è del tutto indolore e non i piega raggi dannosi. E’ un test estremamente affidabile, che riesce a trovare il 98-100% degli aneurismi.

 

Sono previste norme di preparazione?

Nel caso in cui la zona da sottoporre a ecocolordoppler sia l’addome è necessario che il paziente sia a digiuno. Questo perché i vasi addominali sono posti nelle vicinanze dell’intestino che, se non vuoto e privo d’aria, può impedire la giusta visione sullo schermo dell’apparecchio ecografico.

 

Chi può effettuare l’ecocolordoppler?

Tutti possono sottoporsi all’esame.

 

L’ecocolordoppler è doloroso o pericoloso?

L’esame non è doloroso o fastidioso e non presenta alcun tipo di controindicazione.

 

Come si svolge l’ecocolordoppler?

Al paziente, steso sul lettino, viene applicato un gel sulla parte del corpo da esaminare. Il medico appoggia poi una sonda così da ottenere le immagini – che appaiono sullo schermo dell’apparecchio ecografico – che serviranno per formulare la diagnosi. L’esame di ecocolordoppler dura circa venti minuti.

RICHIEDI INFORMAZIONI